Select Page

L’ascolto consapevole è un’abilità importante. In generale, le persone prosperano quando si sentono pienamente “ascoltate”
e “visto”. Ascoltare consapevolmente significa ascoltare completamente l’altra persona. Invece di
interrompendo la persona, cercando di raccontare la propria storia o pensando al futuro, lo è l’ascoltatore
pienamente presente nel momento. L’ascoltatore ascolta come se fosse “laggiù” con
l’altoparlante. In altre parole, l’ascolto consapevole implica una forma di autoregolazione in cui
l’attenzione sul sé è messa da parte. L’ascolto consapevole può creare una quiete interiore in entrambi
parti, in quanto l’oratore può sentirsi libero dai preconcetti e dai pregiudizi dell’ascoltatore, e
l’ascoltatore è libero da chiacchiere interiori.

Obbiettivo:
L’obiettivo di questo esercizio è esplorare il concetto di ascolto consapevole attraverso l’esperienza
com’è ascoltare gli altri consapevolmente e parlare quando gli altri ascoltano consapevolmente.

Istruzioni:
Prima dell’inizio dell’esercizio, informa i partecipanti sull’obiettivo di questo esercizio: “Pensiamo molto spesso
sul passato o sul futuro quando si ascolta un’altra persona parlare. Quando lo facciamo, non stiamo ascoltando
tutti. Invece di essere nel momento e assorbire completamente sia le parole che il contenuto di chi parla, altro
le attività si verificano nella nostra mente, come pianificare ciò che stiamo per dire o pensare a ciò che stiamo per rispondere
avrebbe dovuto dire. In questo esercizio ti eserciterai e sperimenterai cosa significa ascolto consapevole”.

Parte 1: Ascolto consapevole

Invita i partecipanti a pensare a una cosa che è stressante nella loro vita ea una cosa che aspettano con impazienza
a. In 1-2 minuti, ogni partecipante condivide con il gruppo approfondimenti su cose sia stressanti che piacevoli,
una storia alla volta, mentre tutti gli altri ascoltano.

Prima che i partecipanti inizino a condividere le loro storie, invitali a dirigere l’attenzione su come ci si sente a parlare e
come ci si sente a parlare di qualcosa di stressante e di qualcosa di positivo. I partecipanti sono invitati ad osservare
i loro pensieri, sentimenti e sensazioni corporee sia quando si parla che quando si ascolta

Parte 2: Discussioni in piccoli gruppi

Dopo aver completato la parte 1, chiedi ai partecipanti di dividersi in gruppi di tre. Dare ai gruppi 5-7 minuti per
discutere le seguenti domande di riflessione:
■ Come ti sei sentito parlando durante l’esercizio?
■ Come ti sei sentito ascoltando durante l’esercizio?
■ Hai notato qualche divagazione mentale?
■ Se sì, qual era la distrazione?
■ Cosa ti ha aiutato a riportare la tua attenzione al presente?
■ La tua mente ha giudicato mentre ascoltava gli altri?
■ Se sì, come si sentiva il “giudicare” nel corpo?
■ Ci sono stati momenti in cui hai provato empatia?
■ Se sì, come si sentiva questo nel corpo?
■ Come si sentiva il tuo corpo prima di parlare?
■ Come si sentiva il tuo corpo subito dopo aver parlato?
■ Cosa stai provando in questo momento?
■ Cosa accadrebbe se praticassi l’ascolto consapevole con ogni persona con cui hai parlato?
■ Pensi che l’ascolto consapevole cambierebbe il modo in cui interagisci e ti relazioni con gli altri?
■ Come ci sentiresti se stabilissi l’intenzione di prestare attenzione con curiosità, gentilezza e accettazione a
tutto quello che hai detto e tutto quello che hai ascoltato?

Parte 3: Discussione plenaria

Infine, condurre un resoconto di gruppo di grandi dimensioni sulle esperienze sopra descritte. Incoraggiatevi a vicenda
condividere esperienze personali specifiche e ampliare le conversazioni in piccoli gruppi.

Ogni piccolo gruppo può scegliere un capogruppo per riferire al gruppo più grande su ciò che è stato discusso e
ciò che è risultato essere più diffuso, unico o interessante.