Select Page

Insegnare una mentalità di crescita in gruppo può essere complicato. Semplicemente dicendo alle persone di adottare una crescita
la mentalità può ritorcersi contro, perché le persone spesso hanno una reazione negativa quando gli viene detto come farlo
pensare. In questo strumento viene presentato un approccio diverso. In primo luogo, i partecipanti vengono presentati
il concetto di neuroplasticità. Piuttosto che dire loro come pensare, informazioni scientifiche
su come funziona l’intelligence viene offerto e successivamente discusso con il gruppo. Prossimo,
l’istruttore condivide un esempio personale di neuroplasticità, dimostrando come lui o lei
apprese e vinse la lotta. Infine, i partecipanti formano dei sottogruppi all’interno dei quali
condividere una storia su un tempo in cui hanno reso il loro cervello più intelligente.

Obbiettivo :
L’obiettivo di questo strumento è insegnare a una squadra che (a) si può sviluppare l’intelligenza, (b) il cervello
è malleabile e (c) svolgere un lavoro impegnativo è un modo potente per rafforzare il cervello
e più intelligente.

Istruzioni

Parte I: Video e debriefing

Insieme al gruppo, guarda uno o entrambi i due film seguenti. Dopo aver visto i video con il gruppo, fai una piccola discussione sulla scienza che sta dietro al cervello mentre impara. Eventuali domande di riflessione sono elencate sotto il collegamento video.

“Crescere la tua mente” di Khan Academy (3:04) – https://www.youtube.com/watch?v=WtKJrB5rOKs

Domande di riflessione:

■ Quando i cervelli “crescono” di più?

■ In che modo il cervello è simile ai muscoli?

■ In che modo le persone diventano intelligenti?

“Neuroplasticità” di Sentis (2:03) – https://www.youtube.com/watch?v=ELpfYCZa87g

Domande di riflessione:

■ Come si definisce la neuroplasticità?

■ In che modo la neuroplasticità è correlata alla crescita?

Parte II: Esempio personale

Collegare nuove informazioni alle esperienze personali aiuta a radicare l’apprendimento. Ad esempio, quando lavori come educatore o allenatore, potresti parlare di un momento in cui hai superato una sfida o risolto efficacemente un dilemma. Fai notare che ci è voluto un duro lavoro (se applicabile) e menziona le strategie che hai usato e l’aiuto che hai ricevuto (se presente) dagli altri. Dopo aver condiviso la tua storia, chiedi ai partecipanti di condividere le loro storie.

Parte III: Discussioni di gruppo

Se stai lavorando con un gruppo numeroso, dividilo in gruppi più piccoli (circa 3-5 persone per gruppo) e chiedi a ogni persona di condividere un momento in cui ha sentito di essere diventato più intelligente. Le seguenti domande possono preparare il terreno per tale discussione:

■ Riuscite a pensare a un momento in cui stavate affrontando una sfida e siete riusciti ad affrontarla efficacemente
sfida? Che cosa hai fatto

■ C’è stato un momento in cui hai subito una battuta d’arresto ma hai imparato da questa battuta d’arresto? Se sì, cosa hai fatto
imparare e cosa hai fatto di diverso dopo questa battuta d’arresto?

■ Quale conoscenza e saggezza hai acquisito attraverso le tue esperienze con battute d’arresto e lotte?